Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘pensieri’ Category

Tratto da: Il Venerdì di Repubblica – 11 luglio 2008

Autore: Curzio Maltese

Non trascorrevo un lungo periodo negli Stati Uniti dal ’94, l’anno dei mondiali americani. Grazie a internet, viaggiare in America costa ormai molto meno di una vacanza a Fregene. Qualcuno ha detto che l’America è come un bambino, lo rivedi dopo un anno e ha già mutato volto. Incredibile quanto sia cambiata in quattordici anni. Si sono consumate le lunghe stagioni di potere dei Clinton e dei Bush. Il prossimo presidente, secondo i sondaggi, potrebbe essere un afroamericano, ed era impensabile nel ’94. Un mancato presidente, Al Gore, ha vinto il Nobel per la pace con la battaglia sull’ambiente. La new economy legata alla rete ha fatto in tempo a nascere, crescere, esplodere, collassare e riprendersi. Wall Street e il dollaro hanno toccato i massini e i minimi dal dopoguerra. Ci sono stati l’11 settembre e due guerre.

Il più grande mercato del mondo è il luogo dove si può meglio misurare l’incredibile boom delle economie orientali. Gli uomini d’affari cinesi e indiani sono ovunque, ma soprattutto sono ovunque le loro merci. Le grandi città americane hanno cambiato pelle, si sono arricchite di straordinari capolavori di architettura contemporanea. Non soltanto New York, ma Los Angeles, San Francisco, Chicago, Houston, Boston. Il paese sembra più povero e ingiusto, ma è sempre vitale, capace di reagire. La magistratura in questi anni ha potuto condannare con pene pesantissime gli uomini più potenti del Paese, dai manager della Enron alle multinazionali del tabacco ai cardinali cattolici coinvolti in scandali di pedofilia. E nessun potente vi ha trovato ragioni per una crociata contro i giudici.

Poi si torna in Italia. Il tg del luglio 2008 sembra una puntata d’archivio di Blob, uguale a uno del luglio 1994. Il premier, il solito, attacca i magistrati per via dei suoi processi, che sono diversi da quelli del ’94, caduti in prescrizione, e saranno caduti in prescrizione per il 2022, quando un Berlusconi quasi novantenne insulterà altri magistrati per altri processi destinati a cadere in prescrizione. La Lega vuol sempre prendere le impronte agli stranieri. Per il loro bene. Un encefalogramma dei leader leghisti, sempre per il loro bene, non è mai all’ordine del giorno. Il ministro dell’Economia del ’94, e di ora, continua a promettere che abbasserà le tasse, a partire da 2010. Il ponte sullo Stretto si farà, oggi come nel ’94.

Eccoci a casa.

Annunci

Read Full Post »

Un grazie a Marco per avermi linkato questo articolo:

http://velvet.repubblica.it/dettaglio/Da-bambino-prodigio-a-bluesman/50331

…aspettando luglio….

Read Full Post »

Gomorra

Esce il 16 maggio 2008 il film “Gomorra“, tratto dall’omonimo romanzo scritto da Roberto Saviano. Mi coglie di sorpresa, l’ho letto solo ora sfogliando le pagine di La Repubblica“.

Il film è diretto da Matteo Garrone.

Read Full Post »

Prorio stasera, mentre stavo uscendo per andare a cena, ho scoperto che su “storielle & storiacce“, trasmissione di Radio24, c’era un ospite eccezionale: Giovanni Allevi. Qui riporto l’audio della sua intervista. (durata 20 min)

Pochi giorni fa ho anche comprato il suo libro, “La musica in testa“, edito da Rizzoli, 218 pagine, 15€.

Non avendolo ancora letto, riporto qui la breve introduzione:

Questo libro non è l’autobiografia della star del momento perché Giovanni Allevi, musicista e filosofo timido, non avrebbe mai pensato di scriverne una, e tanto meno si sente una star. Certo, la storia che ha da raccontare, e che lo ha portato dal pianoforte scordato di una scuola di provincia al fedele Bosendorfer con cui oggi registra i suoi successi, è davvero eccezionale. Ma è solo il filo conduttore di queste pagine che sono un doveroso omaggio, una dichiarazione d’amore alla “Strega capricciosa” che ha monopolizzato la sua vita: la musica, che ha sempre preteso da lui dedizione assoluta. Da quando si sono incontrati ha plasmato il suo pensiero, ha assorbito ogni energia. Le melodie vengono a lui sui mezzi di trasporto, nei supermercati e persino mentre suona qualcos’altro, durante i concerti. Per “Lei”, la musica, Allevi ha lavorato come cameriere, come supplente, ha distribuito volantini sui Navigli Milanesi. Per lei è volato a New York a conquistarsi una possibilità nel tempio mondiale del jazz. E anche adesso che sono arrivati i dischi di platino, il tutto esaurito dagli Stati Uniti fino alla Cina, le collaborazioni con orchestre internazionali, la musica non gli dà pace e bussa nella sua testa per liberare, attraverso le sue mani, la propria voce. Perché Giovanni Allevi ringrazia questa entità tiranna, che una volta lo ha persino portato a guardare il mondo attraverso il vetro di un’autoambulanza? Perché grazie a Lei ha potuto esprimere emozioni e sentimenti oltre la barriera della parola e instaurare un dialogo ininterrotto con milioni di persone. Ora, vuole raccontare il pensiero e l’intenzione che animano la sua musica, in un libro che intreccia vita e filosofia e che parla al cuore di tutti, vibrando della freschezza di uno sguardo che non vuole smettere di stupirsi.

Read Full Post »

Prendo in prestito da YouTube questi due video per mostrarvi il gran spettacolo dei Portishead all’Alcatraz di Milano, Domenica 30/03/2008

Portishead – Roads – Live @ Alcatraz

Portishead – Glory Box – Live @ Alcatraz

Read Full Post »

Ieri mattina, ascoltando Radio24, ho scoperto che Veltroni era ospite a “Viva Voce“. Non ho avuto abbastanza tempo per ascoltare tutto il suo intervento e quindi ho aspettato oggi per poter così riascoltare dal sito sia i suoi pensieri sia quelli di Berlusconi, il quale era invece ospite stamattina. Dato che ormai mancano pochi giorni alle elezioni, è giunto il momento di informarsi un pochetto…

Qui riporto l’audio degli interventi (disponibili gratuitamente sul sito di Radio24) dai quali ho tolto pubblicità ed altro per rendere scorrevoli i discorsi. Entrambi hanno una durata di circa 50 minuti.

Berlusconi – PdLPolopo delle Libertà

Veltroni – PDPartito Democratico

Read Full Post »

L’altra sera, mentre assistivo ad un piccolo spettacolo organizzato da ragazzi, ho risentito quel motivo al pianoforte che c’era in una pubblicità della BMW. Così ho scoperto che quel pezzo è italiano, “Come sei veramente“di Giovanni Allevi. Ora sto scoprendo con grande gioia questo artista.

Read Full Post »

Older Posts »